Camping al Kings Canyon National Park

Siamo tornati da poco da una vacanza in campeggio al Kings Canyon National Park, uno dei bellissimi parchi californiani. 

Ho pensato di raccogliere qui i miei pensieri e soprattutto le informazioni relative al parco e al campeggio, con la speranza che queste notizie possano tornare utili a qualcuno di voi, prima o poi! Come forse sapete, a causa del Covid i confini nazionali sono ancora chiusi, ma ad un certo punto riapriranno al turismo, no? 

Il Kings Canyon National Park si trova nella zona centrale della California, a metà strada tra la città di Fresno e la Death Valley. Questo parco non è famoso quanto lo Yosemite o il Sequoia National Park, suo fratello, ma è comunque un parco naturale bellissimo, che riserva viste mozzafiato, cascate, ruscelli e fiumi d'acqua verde cristallina e boschi di sequoie giganti, alberi nativi della California tra i più grandi al mondo

Potete trovare più informazioni riguardi al Kings Canyon e al Sequoia National Parks sul sito ufficiale di questi due parchi: https://www.nps.gov/seki/index.htm 

L'ultima volta che noi siamo stati al Kings Canyon era il lontano 2010. Abbiamo incluso una tappa in questo parco nel nostro primo viaggio in California, quando ancora vivevamo in Italia e non avevamo la più pallida idea che due anni dopo ci saremmo trasferiti proprio in California! 

Durante quel viaggio, ci innamorammo della natura californiana, vedemmo mamma orsa e i suoi due cuccioli per la prima volta (qui vi racconto tutto di questa avventura!) e decidemmo anche che un giorno saremo tornati al Kings Canyon per fare tutto ciò che non eravamo riusciti a fare in quel primo viaggio! Sempre lasciarsi dietro un motivo per ritornare...

In questa estate del 2021, a causa del Covid e del rischio per gli incendi, vi sono alcune restrizioni al Kings Canyon National Park. 

Cosa cambia rispetto al solito?

1. A causa del Covid, alcuni campeggi sono chiusi e tutti gli altri sono tutti a capacità limitata. Le informazioni aggiornate sui campeggi aperti al momento sono disponibili qui: https://www.nps.gov/seki/planyourvisit/campgrounds.htm 

2. Di solito, alcune piazzole sono prenotabili online già dalla prima primavera e altre vengono invece lasciate disponibili per il first come, first served: queste piazzole vengono date a chi arriva per primo nel campeggio quotidianamente. Quest'anno invece, per evitare il flusso di turisti e l'affollamento dei campeggi, si poteva solo prenotare la propria piazzola online. 

3. Le docce e la lavanderia non erano disponibili (ebbene sì, ci sono le lavatrici nel campeggio, perché si sa, gli americani cercano il comfort anche in mezzo ai boschi! =)

4. I visitors centers, dove generalmente si possono richiedere informazioni ai rangers, funzionavano ma ad orari limitati e i turisti venivano invitati a restare all'esterno della struttura. Pochi rangers in giro, in generale, cosa strana, perché di solito si incontrano con estrema facilità. Spero non li abbiano proprio licenziati, ma temo...

5. Il servizio nei ristoranti nei visitors centers, dove c'era, era comunque ridotto in termini di tempo o di spazi.

6. Per evitare possibili incendi, visto che in California non piove da tantissimo e al Kings Canyon fa davvero molto caldo e l'aria era secchissima, non si poteva accendere il fuoco. Questa cosa ha reso l'esperienza del campeggio quasi surreale! A me sono mancati molto l'odore dei carboni accesi all'ora di cena e i fuochi accesi nel campeggio anche nel dopo cena, in quel rituale in cui i campeggiatori americani si radunano attorno al fuoco per raccontare storie varie, mentre arrostiscono i marshmallows infilzati sugli stecchini per fare gli s'mores

Nonostante tutte queste limitazioni, essere in campeggio al Kings Canyon National Park è stato comunque bellissimo! 

Perché visitare il Kings Canyon?

Come vi dicevo prima, questo parco non è tra i più popolari e sicuramente è meno battuto dello Yosemite. A mio avviso, dopo aver visto entrambi e dopo aver girato in lungo e in largo e a più riprese lo Yosemite, trovo che il Kings Canyon sia una versione in miniatura dello Yosemite, meno turistica e poco affollata. E' un parco molto bello! Probabilmente sì, allo Yosemite la natura è più maestosa e forse, se questa fosse la mia prima volta in California, andrei allo Yosemite. Ma se cercate un giro un po' più di nicchia, vi consiglio il Kings Canyon National Park!

Perché fare campeggio al Kings Canyon? 

Vivere a pieno il parco significa entrare in contatto con la natura californiana ed essere in campeggio aiuta sicuramente! Io non sono un'amante del campeggio, chi mi conosce lo sa, sono una persona che ama il mare e le vacanze ricche di comodità, ma devo dire che questa esperienza è stata speciale! 

Mi svegliavo al mattino e vedevo fuori dalla finestrella della tenda il bosco. Alla sera, andando al bagno a lavarmi i denti, vedevo le stelle nel cielo scuro e terso e la luna che sorgeva tra gli alberi.

Vogliamo parlare dei bagni in comune? (visto che io sono una di quelle super schizzinose che odia la puzza e la carta igienica per terra...) 

I bagni del campeggio dove siamo stati li ho trovati sempre pulitissimi! Sebbene tutte le piazzole non avessero elettricità, i bagni (che non avevano luce) avevano acqua corrente, le tazze del bagno avevano lo sciacquone perfettamente funzionante e c'erano due lavandini, uno all'interno per lavarsi e uno all'esterno per lavare i piatti. La carta igienica c'è sempre stata! E devo dire che, come al solito, ho trovato sorprendente il fatto che i bagni siano rimasti puliti nel corso della settimana: un bene comune, quello del bagno, di cui tutti i campeggiatori si sono presi decisamente cura!    

Certo uno che non ama il campeggio, potrebbe anche scegliere di pernottare nel cosiddetto Lodge che offre camere all'interno del parco. Fare campeggio pero' è estremamente più economico: noi abbiamo pagato $20 a notte per la piazzola! Nel nostro campeggio non avevamo energia elettrica come dicevo, ma ci sono altri campeggi nel parco che invece ce l'hanno e sì, costano un po' di più ($50-100 a notte, a seconda). Comunque sempre meno di una stanza nel Lodge che parte dai $158 a notte. 

Un altro degli aspetti positivi del campeggio consiste negli incontri con la fauna locale che si possono fare sia nel campeggio che lungo i sentieri: orsi bruni, volpi, leoni di montagna, cervi, picchi e mille altri uccelli. Quest'anno abbiamo visto da vicino solo tanti scoiattoli di diversi tipi, uccelli vari e un cervo, che ha fatto merenda proprio davanti a noi. 

Abbiamo mancato di poco un leone di montagna sulla passeggiata del Zumwalt Meadow e una sera ci siamo trovati davanti i rangers intenti a girare per il campeggio su tre camion: stavano cercando di allontanare dal campeggio un orso, che pero' noi non abbiamo incontrato. Ho saputo poi che una mamma orsa coi suoi due cuccioli si aggirava proprio dalle nostre parti... 

Quale campeggio scegliere al Kings Canyon? 

Troverete online tutte le reviews relative ai vari campeggi. Io ho sentito parlare molto bene del Sentinel e questa volta noi siamo stati al Moraine Campground (https://www.recreation.gov/camping/campgrounds/10044761). Questo è l'ultimo campeggio nella valle, si trova praticamente sotto alle montagne e di fronte al fiume in corrispondenza della diramazione meridionale del Kings River. 

Il Moraine sta ad un paio di minuti d'auto dal visitors center di Cedar Grove dove vi sono tavoli da picnic, docce, il Lodge e un'ansa del fiume adatta ai bambini. Accanto a questo visitor center vi è anche un market che vende cibo e souvenirs. La scelta del market non è ampissima, ma le cose principali c'erano e avevano anche ghiaccio e uova, il che vi fa capire che c'erano anche cose fresche (ma niente frutta o verdura purtroppo)! Il market più grande, quello del Grant Grove Village, si trova invece ad un'ora d'auto e lì si trovano anche il ristorante, l'ufficio postale e un bel negozio di souvenirs. Noi ci siamo passati sulla via del ritorno in uscita dal parco.

Dimenticavo di dire che per entrare nel parco bisogna pagare $35. Esiste anche un pass annuale, che costa $70 e ti permette di accedere quante volte vuoi al Sequoia & Kings Canyon National Parks e al distretto dello Hume Lake, che si trova sempre da quelle parti. 

E' anche vero che l'opzione del campeggio funziona bene se avete la possibilità di avere con voi tutto il necessario per fare campeggio, il che può sembrare complicato se si arriva in volo dall'Italia o da altre parti del mondo. Ma non temete: REI, una co-op californiana che vende tutto per il campeggio, affitta cose per il campeggio!  Trovate il costo del noleggio qui: https://www.rei.com/stores/rentals/pricing#camping-and-hiking-gear Cito REI perché è il mio negozio preferito, ma presumo ci siano anche altri negozi in California che noleggiano cose per il campeggio, sicuramente a Los Angeles e probabilmente anche nel nord della California. Volevo solo dire che se avete voglia di provare questa esperienza, c'è modo di farlo! 

Volete che vi racconti anche delle misure anti-orso nel campeggio e nel parco?

Commenti

Post popolari in questo blog

Primi passi a San Francisco

Quando la vita va avanti, anche senza di te

Realizzare un sogno vincendo una borsa di studio americana