Post

Visualizzazione dei post da 2016

Voci italiane a San Francisco # 18

Immagine
Ultima puntata della nostra rubrica "Voci italiane a San Francisco" e ultima intervista ad una voce italiana che da qualche tempo ormai si trova in California. Questa volta ho il piacere e l'onore di presentarvi una pugliese doc, arrivata a San Francisco tre anni fa! Sapete che nel mio cuore la Puglia occupa un posto speciale visto che nel mio sangue scorre sangue per metà barese quindi sappiate che sì, sono di parte... amo i pugliesi e nelle parole di questa ragazza io ho ritrovato tutto quel calore e quell'energia che tanto mi piace!
Ma bando alle ciance: lascio la parola a chi di cose da raccontare ne ha davvero tante! 

Puoi presentarti brevemente?
Ciao! Mi chiamo Alessandra, ho 26 anni e in California ci sono arrivata un po’ per scelta e un po’ per destino. La scelta l’ho fatta quando avevo 23 anni: subito dopo aver preso una laurea breve, mentre lavoravo come cameriera, ho sentito l’esigenza di cambiare la mia vita. 
Sono nata e cresciuta in un paesino piccolissimo…

Ultima settimana a San Francisco

Immagine
Ma davvero? 
Davvero.
E' cominciato il conto alla rovescia. 
Un conto che continua inesorabilmente a scendere mentre gli scatoloni in casa cominceranno presto ad aumentare.
Ancora non riesco a credere che la settimana prossima tutto ciò che abbiamo accumulato in 4 anni e mezzo di vita sanfranciscana verrà impacchettato e spedito a Los Angeles, dove cominceremo una nuova vita. E' un pensiero doloroso che mi porto nel cuore ovunque vada e che provoca di frequente lacrime che scendono calde sulle mie guance... 
Non c'è luogo a San Francisco che non mi parli di un ricordo a me caro, perché nel bene o nel male, tutto ciò che ho vissuto qui, in questi miei primi anni da expat, ha avuto un significato grande per me.
Mi appresto così a dire addio alla Maison Jaune, alla mia casa con le bow windows, alla casa che quando l'ho vista per la prima volta, mi sono innamorata di lei e non volevo andarmene senza essere sicura che proprio qui avrei vissuto questi 4 anni. 
Ora la guardo e mi se…

Lo shock da elezione

Immagine
Credo di non essermi ancora ripresa completamente dallo shock provocato dal risultato di questa elezione. E sono ancora qui a gestire le emozioni forti che hanno cominciato a sgorgare l'altra sera mentre seguivamo da vicino lo spoglio dei risultati. 
L'incredulità. 
Per quello che vedevo sullo schermo. Per l'aumentare del colore rosso dei repubblicani. Per le percentuali. Per Trump inaspettatamente in testa alla classifica. 
La negazione di quello che sta succedendo, perché sta succedendo quello che non avresti mai pensato di vedere. 
Hillary era stata data per favorita dai media. E onestamente qui a San Francisco non mi ha mai assalito il dubbio che le cose potessero andare diversamente. Ma la California è sempre stata democratica. E San Francisco è un'isola felice in cui l'84% della cittadinanza ha infatti votato per Hillary. Ma la California non è l'America, purtroppo...
Nei discorsi fatti con chiunque riguardo a questa elezione, al lavoro, per strada, a casa...…

I migliori ristoranti a San Francisco

Immagine
La varietà di ristoranti - e quindi di cibo - che si incontra a San Francisco è davvero incredibile ed è uno degli aspetti di questa città che adoro.
Qui non ci sono solo i soliti ristoranti cinesi, giapponesi o greci: c'è il burmese, il senegalese, il filippino, il peruviano, il salvadoregno, il vietnamita, il ceco... oltre naturalmente al californiano e al messicano che la fanno da padroni. 
Immaginate quindi di avere a vostra disposizione a due passi da casa le cucine di tutto il mondo e di sapere che qualunque posto scegliate la qualità del cibo che vi verrà presentato sarà estremamente alta (infatti se così non fosse quel locale a San Francisco chiuderebbe in quattro e quattr'otto, vista l'altissima competizione!). 
Per me che amo viaggiare anche per scoprire nuove culture (anche culinarie), questo è un sogno ad occhi aperti... un sogno che in questi anni di vita sanfranciscana mi ha permesso di scoprire gusti che non conoscevo, ai quali non sono abituata…

I feel rooted here!

Immagine
Root in inglese sta per radice e to feel rooted significa sentirsi radicato. 
Ecco, io a San Francisco ho proprio messo le radici dopo quattro anni e mezzo di vita vissuta qui...
Quando per trent'anni e passa sei stato in Italia, le tue radici, le prime intendo, quelle che ti sono spuntate quando sei nata, sono più che ancorate al terreno. 
Dalla tua nascita e col passare degli anni, le tue radici si sono allungate e attorcigliate attorno ad ogni zolla di terra circostante. Si sono insinuate tra la polvere e hanno formato prolungamenti così caparbi da invadere e conquistare il suolo. Si sono fatte forti col tempo... lunghe e sottili, tanto da raggiungere e coprire ogni spiraglio di luce, pur di restare ben agganciate alla terra sottostante.
Poi, è arrivato un trasferimento oltre oceano a metterle alla prova...
E tu stessa ti sei trovata a strappare con le tue mani le tue radici ancorate a quella terra che fino a quel momento è stata anche l'unica terra che hai veramente conosciuto…

Lavorare per una start up a San Francisco

Immagine
"Cercasi storico o storico dell'arte di formazione che conosca bene San Francisco e che sia magari anche un city blogger" diceva quell'annuncio di lavoro trovato su una pagina Facebook. 
Eccomi qua! - pensai subito - e senza pensarci mandai il mio curriculum. Era un anno e mezzo fa... 
E fu così che ebbe inizio una delle avventure più tipicamente sanfranciscane che io abbia vissuto qui in città! 
Se infatti a Los Angeles il 90% delle persone sembra sia legata lavorativamente, in un modo o nell'altro, al mondo del cinema, a San Francisco il 90% delle persone pare sia invece parte del sistema della start up, sempre che non lavori in una grande azienda tipo Google, Facebook, Twitter o Adobe. Esagero, eh: ma sicuramente queste realtà rappresentano attualmente un aspetto molto distintivo della città. 
Ma cos'è successo allora dopo quel colloquio da Twitter?
Come ho raccontato dalle Amiche di Fuso feci il colloquio in questo posto pazzesco e fui presa da ricercatri…

Voci italiane a San Francisco # 17

Immagine
C'era una volta una famiglia formata da mamma e papà, due ragazze e due bambini. Vivevano in Sicilia e tutta la loro vita era lì, a Gela. Ma un giorno si presentò l'occasione di fare le valigie e attraversare l'Oceano per ricominciare in California. Lo faranno? Eccovi qui la loro storia, raccontata da Stefania, nella consueta rubrica "Voci italiane a San Francisco".

Volete presentarvi brevemente? Come siete arrivati in California?
Brevemente… insomma tieni conto che siamo in 6…
Claudio, mio marito, ingegnere elettronico, lavora per una multinazionale che opera nel campo dei semiconduttori. Siciliano con la passione per hiking e passeggiate all’aria aperta. Stefania, giornalista, ho lavorato per diverse testate giornalistiche siciliane e (malgrado i 10 mila km di distanza) sono direttore responsabile di un quotidiano online. E poi ci sono i nostri figli Chiara di 13 anni, tra pochi giorni inizia il suo primo anno di high school, ama leggere e sogna di fare la scritt…