martedì 22 ottobre 2013

Dal baby registry di Teg #7

San Francisco vista da Twin Peaks
La luna piena non ha sortito alcun effetto nel weekend, se ve lo state chiedendo; eppure, senza paura, noi le siamo andati incontro a Twin Peaks, un'altura costituita da due colline gemelle, di quasi 300 metri di altezza, che sono famose a San Francisco perché offrono una vista spettacolare sulla città.  Esattamente questa vista sulla città, con la Baia sulla destra e i riflessi della luce naturale della luna sull'acqua, che sembrava petrolio, e le luci artificiali del Bay Bridge e di Market Street sulla sinistra.
Insomma, vi dicevo, questa luna per quanto bella fosse non ha avuto effetti collaterali, e io sinceramente comincio a sospettare che Tegolina non stia poi così male lì dove sta... 
Ormai il corso prenatale è terminato da qualche settimana: hanno partorito praticamente tutte le mie "colleghe", ma è tutto nella norma visto che loro avevano la data prevista nella prima metà del mese. Il fatto è che ora, visto che è stata creata una sorta di mailing list tra le neo mamme, continuano ad arrivarmi dei resoconti terrificanti delle ore di travaglio e parto trascorse all'ospedale... e la cosa non è affatto incoraggiante per chi ci deve ancora passare! Ma guardiamo avanti, sapendo che si tratta comunque di esperienze soggettive (o almeno, cercando di convincersi che è così). Dopo tutto, penso davvero che ci sia poco da fare, dato che tutto dipende da una macchina chiamata corpo che farà esattamente quel che vorrà fare, collaborando con Tegolina, quando lui si deciderà. 
Non resta che avere pazienza ed aspettare... 
Nel frattempo, per impiegare al meglio il tempo d'attesa, continuo ad andare al corso di yoga prenatale con lo stuolo di panzone con cui condivido questa splendida esperienza. E settimanalmente ci sono i controlli in ospedale. L'ultima ecografia ci ha mostrato Tegolina in pole position, con la testolina rivolta verso il basso e il sederino all'insù. Oltre alle vertebre della spina dorsale che già qualche settimana fa mi avevano rubato il cuore (qui se volete rileggere il racconto), Teg questa volta ha messo in bella mostra tutte le sue belle costolette. E, per sorprendere l'ostetrica che ci diceva che spesso fanno un controllo specifico per vedere se il piccolo si sta esercitando col respiro, Teg ha dimostrato di essere già ben allenato! Quindi nessun esame aggiuntivo previsto! E bravo Teg!  
Tra le altre cose che continuano a succedere in questi giorni, vi è l'arrivo quotidiano dei regali del Baby Registry
A questo punto posso dire tranquillamente che con i mezzi di locomozione siamo a posto: ovetto e passeggino ci sono arrivati, ancora qualche settimana fa, dai nonni materni.
Pensate che qui, senza l'ovetto dotato di una base per il fissaggio nell'auto che lo fa diventare un infant car seat, non ti permettono nemmeno di lasciare l'ospedale! Ecco quindi che questo risultava proprio indispensabile.  
Per il passeggino abbiamo optato per una versione a tre ruote che ci permetterà lunghe passeggiate anche su terreni sconnessi e magari pure un po' di jogging a tre, cosa che qui è piuttosto comune in città e specialmente nei parchi. 
Quando poi Tegolina sarà un po' più grandicello, lasceremo l'ovetto che diventa infant car seat per passare al car seat vero e proprio, che ci è già stato regalato da Umberto.
Per i bambini fino agli 8 anni è obbligatorio qui in California! Il modello che abbiamo scelto, grazie ai suggerimenti di Tiziana, si adatta per accogliere il bambino da quando è piccino fino ai 32kg: spero quindi ci possa durare un bel po'. 

Ora non ci resta che trovare l'auto... ehm!
Alla prossima
             
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...