giovedì 15 agosto 2013

Alemany Farmers Market

Difficile trovare un pomodoro che sappia di pomodoro a San Francisco. Per mesi siamo andati avanti a cercare, nei grandi supermercati o nei piccoli negozi di frutta e verdura sparsi per la città, ma niente. Non c'era verso. Frutta e verdura non sapevano mai di niente! All'apparenza parevano meravigliosi: nessuna imperfezione, un idillio estetico praticamente... che cessava nel momento stesso in cui, arrivata a casa, procedevo con l'assaggio. Tutto sembrava assolutamente privo di sapore!
Poi un giorno ci suggerirono di andare in uno dei farmers market (= mercati ortofrutticoli) che si tengono in varie parti della città in giorni diversi della settimana (qui li vedete elencati tutti). 
Farmers Market- Ferry Plaza (da qui)
Così un sabato mattina andammo a quello di Embarcadero nella Ferry Plaza. Ricordate? La piazza della battaglia dei cuscini! (qui se volete rileggervi quel famoso post che raccontava di un San Valentino piuttosto particolare).
Ad Embarcadero rimanemmo allibiti: una pagnotta 5$, un vasetto di marmellata minuscolo 12$, zucchine a 6$ alla libbra (= circa 450 grammi). Facemmo un giro lì, ma naturalmente non ci azzardammo ad acquistare nulla.  Prezzi folli, tre volte tanto quelli di un comune supermercato, per quanto San Francisco sia una delle città più care d'America insieme a New York! Finimmo quindi col pensare che se volevamo mangiare cose buone e saporite qui, le dovevamo pagare, e pure care... e ci rassegnammo a quest'idea.
Alemany Farmers Market
Da qualche mese a questa parte però, abbiamo scoperto un altro mercato situato in Alemany Boulevard nel quartiere di Bernal Heights: finalmente un posto dove è possibile acquistare frutta e verdura direttamente dal contadino, pagando cifre ragionevoli per cose davvero gustose! 
Il parcheggio nel quale si trovano i vari banchetti ogni sabato mattina non è particolarmente accattivante, specialmente se si hanno in mente le piazze di sapore medievale di Padova.
Alemany Farmers Market
Tuttavia, un po' di colore lo danno le pareti dipinte di alcuni banchi e naturalmente la frutta e la verdura in esposizione. 
Il mio banchetto preferito in assoluto è quello che vedete qui sotto; si presenta isolato, sul lato corto del parcheggio. Appartiene a tre messicani panciuti, che se la raccontano che è un piacere mentre tu scegli frutta e verdura! 
Alemany Farmers Market - Banchetto dei messicani
Eh sì, perché qui funziona così: al mercato, come anche nei supermercati in genere, è il cliente a scegliersi la frutta e la verdura. Prendi un sacchetto, che di solito è appeso sopra ai prodotti in vendita, come vedete nelle foto, lo riempi e alla fine, passi al contadino la tua selezione. A lui spetta solo il compito di pesare la tua spesa, dirti il prezzo e prendersi i soldi.
Alemany Farmers Market - Banchetto dei messicani
Il banchetto dei messicani ha sempre fiori freschi che campeggiano da un lato, frutta matura e gustosa (che ci ha permesso di preparare deliziose marmellate homemade) e verdura profumatissima.  
Non siamo nemmeno gli unici a lasciarsi inebriare dai profumi estivi, come vedete nella foto qui sopra!
Tra la verdura di stagione, adesso compaiono naturalmente i peperoni che brillano al sole, quando il sole c'è...
Ho trovato anche le zucche e i cavolfiori, in due diverse tonalità, ma devo dire che non mi sono ancora azzardata a sperimentare quelli arancioni! Si finisce col prendere ciò che è più familiare per l'occhio italiano... ma qualche volta si sperimenta ed è stato così che abbiamo scoperto ad esempio una varietà di zucchine gialle che risultano lievemente più dolci rispetto alle nostre.

Si rimane inevitabilmente in estatica osservazione di tutto ciò che risulta estraneo. Belline le melanzane nane, color melange, ma alquanto inquietanti queste specie di cetrioli lunghi più di mezzo metro. 





E non ditemi che ignorate l'esistenza dell'okra (= gombo)! Io, prima che Wikipedia mi illuminasse, sinceramente non sapevo che cosa fosse il gombo e di certo non sapevo che la Sicilia è la maggiore produttrice di questa verdura usata nella cucina greca, brasiliana, turca, giapponese e indiana! 
Ma non sempre si è così fortunati da trovare scritto il nome della verdura che si sta osservando curiosamente. E così ti riduci a definire queste verdure avvicinandole a qualcosa che conosci.
Puoi trovare quindi simil fagiolini violacei o gialli, oppure lunghi mezzo metro, e simil cetrioli dalla buccia a bolle (che siano zucchine? o che altro?). Insomma, è evidente la mia totale ignoranza, ma sono decisa a continuare l'esplorazione che, in fin dei conti, costituisce sempre un'occasione per imparare qualcosa di nuovo!
E poi, lo vogliamo dire quanto adorabile è questa melanzana col nasino alla francese?
Alla prossima
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...