martedì 2 luglio 2013

Dolci note giungono da Bernal Heights

Bernal Heights è un quartiere residenziale di San Francisco arroccato sulle colline situate nell'area sud-est della città (mappa). Quella che vedete sopra è una foto che ho scattato qualche tempo fa. Di fronte a voi, le colline di Bernal Heights e la serie di casette colorate che si adagiano sul pendio soleggiato. 
Qualche giorno fa, rientrando da un giro in bici, ci siamo accorti di una presenza piuttosto inconsueta lungo il profilo di quella collina. Sembravano persone, tante persone che viste da lì parevano in realtà solo ombre sottili e inconsistenti. Se ne stavano in piedi, non sappiamo a fare cosa o a guardare cosa, e ci siamo sinceramente stupiti perchè di solito quel profilo è molto solitario, come vedete nella foto. 
Proprio oggi però il mistero è stato svelato e voglio condividerlo con voi, perchè mi sembra racconti ancora una parte dell'anima poliedrica di una città incredibile come San Francisco!
A quanto pare - e mi baso su Il Post (qui se volete leggervi l'articolo) - la scorsa settimana due ragazzi, che avevano il loro ufficio proprio nel quartiere di Bernal Heights e si stavano trasferendo, hanno deciso di sbarazzarsi del loro pianoforte e lo hanno lasciato proprio sulla collina. 
Immagine presa da qui
Immagine presa sempre da qui
Un foglio appoggiato sul pianoforte diceva: Play me (= suonami).

Evidentemente la notizia deve essere girata in fretta visto che molti si sono diretti verso la collina nei giorni a seguire.  
Immagine da qui





Di certo i pianisti non si sono fatti desiderare. 
E del resto, come potrebbe un musicista lasciare solo quel pianoforte inteso per l'uso comune e collocato in una posizione che ti permette di far correre liberamente le tue dita su quei tasti avendo come pubblico privilegiato la città di San Francisco intera?
Non è quindi mancato un folto pubblico di curiosi e amanti della musica che, avendo saputo di questo nuovo ospite della collina, sono corsi a Bernal Heights per verificare probabilmente quali effetti potesse produrre un pianoforte lasciato incustodito in un posto come quello.  
Ed ecco che sono iniziati anche dei veri e propri concerti improvvisati che hanno permesso alla gente di godere della buona musica all'aria aperta con questo spettacolo davanti agli occhi! 
Immagine presa da qui
A questo punto non mi resta che farvi assaporare un po' di questa magia, che ha davvero tutto il sapore di una città che sembra sempre in grado di stupire i suoi abitanti.
Buon ascolto!

Alla prossima

10 commenti:

  1. Un racconto straordinario! Grazie Sabina, per questi quadri di quotidianità straordinaria!
    Arianna

    RispondiElimina
  2. Sono felice di essermi "imbattuto" oggi in questo stupendo blog.
    Ho un gran debole per San Francisco (e per Berkeley).
    Ti leggerò con immenso piacere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa molto piacere averti tra i miei lettori!

      Ho sbirciato nel tuo blog... e la tua ironia pungente mi ha fatto sorridere: tornerò sicuramente a leggerti!

      Elimina
  3. Che bel blog! Scoperto casualmente. Sarà che ho un gran debole per San Francisco e Berkeley

    RispondiElimina
  4. Ciao, bel blog. Ti seguiro dal sud della bay

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto tra i miei lettori, Antonino!

      Elimina
  5. Ma dai, che meraviglia! Bernal Heights mi piace tanto, ci abitano dei nostri amici e ci andiamo spesso, anche se per arrivarci da dove stiamo noi c'è un'ora di autobus. Però ho sempre pensato che se avessi i soldi - che non ho - per comprarmi una casa me la comprerei lì-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto come quartiere! Peccato solo per le ripide salite che, pur avendo il loro fascino, sono un po' proibitive a piedi o con la mia Peggy! :-/

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...