mercoledì 18 dicembre 2013

L'(in)efficienza americana

Ora, non so voi, ma quando ancora vivevo in Italia, vedevo l'America come il luogo dell'efficienza: nella mia mente, tutto lì funzionava alla perfezione e avrei detto facilmente "Altro che in Italia!". Sappiate che un altro mito americano che ho sfatato da quando vivo qui in California è proprio questo. Ve lo dico a chiare lettere: L'EFFICIENZA AMERICANA NON ESISTE! 

Un esempio tra tanti... la patente. 
Giusto un esempio

Ricordate che ancora quando Tegolina se ne stava nella mia pancia abbiamo affrontato insieme l'esame teorico e quello pratico per ottenere la patente californiana? 
Beh, oggi finalmente, dopo due mesi e passa, è arrivata via posta, accompagnata dalla carta di identità americana che avevamo richiesto nello stesso ufficio. Controllo i due documenti per verificare che tutti i dati siano stati inseriti correttamente e noto che entrambi scadranno nel giugno del 2014. Rimango piuttosto perplessa... 
Mi chiedo come sia possibile che un documento appena emesso abbia una scadenza così a breve termine, ma ragionandoci sopra, deduco che ci possa essere una relazione con il visto che ci permette di essere qui da un anno e mezzo e che, guarda caso, scadrà qualche mese prima di giugno. 
Decido pertanto di chiamare il DMV (Department of Motor Vehicles) che ha rilasciato la patente per chiarire la questione. L'attesa prevista per parlare con un operatore è di 30 minuti, quindi lascio un messaggio per essere richiamata non appena ci sarà qualcuno disponibile. Mi risponde una signora per niente simpatica che alla mia domanda mi mette in attesa senza dirmi niente. Quando riprende la conversazione, mi chiede di verificare la scadenza del visto e ribadisco che quello scadrà qualche mese prima di giugno. 
Conclusione: è stato fatto un errore dal DMV e la patente, così come la carta di identità, avrebbe dovuto avere la stessa scadenza del visto! 
Ora, secondo la stessa operatrice del DMV, io dovrei raggiungere uno dei loro uffici seduta stante (e quindi noleggiare un'auto appositamente) per riportare i documenti da loro emessi e richiedere che siano modificati anticipando la scadenza.  
In pratica funzionerebbe così: loro fanno casino e io, per porre rimedio al loro errore, devo spendere i soldi del noleggio dell'auto e perdere qualche ora della mia giornata, portandomi anche dietro un neonato evidentemente. Non ho mancato di fare presente tutto questo alla cara operatrice e non ho nemmeno mancato di dirle che io all'ufficio non ci sarei andata, nè ora nè mai. Ma vi pare? 
Alla prossima

P.s.: tra l'altro, vedo ora che scade il 13 giugno che è sant'Antonio da Padova... che il DMV volesse dirmi qualcosa? Coincidenze... strane coincidenze!  
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...