mercoledì 8 agosto 2012

Something bad: la vera storia dei Mojo Men

E siamo a quota 3. 
Ma come di cosa? 
Siamo alla terza delle canzoni che ci parlano di San Francisco!  
Non hai ancora capito a che cosa mi riferisco? Fissi lo schermo del tutto inconsapevole di quanto accaduto nei giorni passati nel mio blog? 
Beh, sei pregato di leggerti gli episodi precedenti, precisamente a partire dal lunedì 6 agosto, grazie. 
Ti suggerisco però non dire a nessuno che non sei aggiornato sulla facenda! Ti assicuro che faresti una brutta figura, con me specialmente. 
Per tutti gli altri, quelli che sanno bene di che cosa sto parlando, o miei fedelissimi lettori, eccovi la nuova canzone della serie: si tratta di Something bad dei Mojo Men. 

Vedo le vostre espressioni perplesse. 
Non vi starete mica chiedendo chi sono i Mojo Men, spero! Davvero non li avete mai sentiti nominare? Mai, ma proprio mai?

E come pensate di poter continuare a vivere così, in questo stato di perfetta ignoranza? Sappiate, che... chè chè ne dica Leopardi, l'ignoranza non paga e rimanere ignoranti non aiuta ad essere più felici. O almeno di questo mi sono convinta per giustificare i numerosi anni di studio per laurea, post lauream e post-post-lauream. 
Tutto questo per dire che non potete non sapere chi sono i Mojo Men e per questo, ci sono qui io ad illuminarvi.
Pronti all'ascolto? 
Prima però vi devo dire che da quando li ho scoperti, io non posso più farne a meno, quindi dovete sapere che da questo ascolto, non si torna indietro: la via del non-ritorno, insomma, per essere chiari... 
Suggerisco solo ai più caparbi e coraggiosi di procedere, cliccando sul video. Ora, lasciatevi inebriare dal ritmo dei Mojo Men.


Un piacevole ritorno agli anni Sessanta, eh? 
Adesso vi posso spiegare chi sono questi Mojo Men, se anche voi, come del resto la sottoscritta, eravate completamente all'oscuro dell'esistenza di questo gruppo. 
La definiscono una delle prime band psichedeliche di San Francisco. Squadra locale insomma, che cominciò rockeggiando per poi passare direttamente al pop psichedelico. Erano gli anni giusti tutto sommato, no? E a me infatti hanno ricordato molto i mitici Beatles, anche se, ad essere sinceri, mi pare che i Mojo Men non reggano il confronto. 
Il gruppo non ebbe grande successo in California e, dopo aver cambiato un paio di volte il nome della band, sempre con troppa poca fantasia - da The Mojo Men a The Mojo e poi solo Mojo - si separarono, mettendo fine a questo breve ma intenso episodio musicale sanfranciscano. Something bad: un titolo davvero profetico per loro. Che se la sentissero?
Vi prego, non chiedetemi che fine hanno fatto, se sono ancora vivi, se ancora si dilettano a musicare nel garage di casa o se hanno fatto la fine del protagonista di Mamma ho perso l'aereo che è comparso su tutti i giornali qui in America la settimana scorsa per i suoi trascorsi da eroinomane. 
Non lo so davvero, e forse, non lo voglio nemmeno sapere. 
Mi chiedo però se qui a San Francisco siano conosciuti e se ci sia ancora qualcuno che canticchia le loro canzoni in auto o sotto la doccia... 
Dite che lo dovrei scoprire? O è meglio non sapere? 
Nel dubbio, comincio a pensare alla prossima canzone,
Sabina

1 commento:

  1. Ciao ragazzi!! Ciao Sabi!!
    Finalmente con un po' di calma ho letto i tuoi racconti e ascoltato le canzoni...questi Mojo sono proprio carini, risvegliano l'anima Power Flower che è in me! :)
    Come state? Lì come funziona, è periodo di ferie come qui?
    Un abbraccio forte forte a entrambi e complimenti a Leo per la maratona!!
    Annì

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...