lunedì 23 aprile 2012

Earth Yester-Day

Civic Center - San Francisco
Coloratissima festa davanti al municipio nella Civic Center Plaza di San Francisco nella giornata di ieri! 
Si trattava dell'Earth Day, un festival dedicato alla Madre Terra che ha luogo annualmente in città dagli anni Settanta, come ci racconta il sito dedicato a questo evento (http://www.earthdaysf.org/earth-day.html). Musica, colori, banchetti vari non mancavano in questa piazza gigantesca della città che è chiusa ai quattro lati da una serie di palazzi molto maestosi come quello del municipio cittadino che vedete nelle foto o ancora quello dell'Asian Art Museum sul lato opposto.
Difficile rendere l'atmosfera di questo posto in un giorno di festa come questo, con persone al centro della piazza che si allenavano con gli hula hoops o si arrampicavano su strutture montate apposta per l'occasione semplicemente per guardare il mondo a testa in giù. 
Certo è che mi è sembrato  di essere dentro un film americano degli anni Sessanta-Settanta per la foltissima presenza di personaggi che definire incredibili non è sicuramente sufficiente. Si tratta di quelli che di solito io chiamo amichevolmente "i fricchettoni", con i classici pantaloni a zampa, le maglie variopinte dai motivi floreali decisamente più  larghe del necessario, coroncine sulla fronte, gilets di pelle da cow-boys con immancabili frange e capelli rigorosamente lunghissimi sia per le donne che per gli uomini. Ad un certo punto è comparso persino un indiano d.o.c., con una pelliccia di animale che toccava terra, poggiata sulle spalle e naturalmente completa di testa con corna del povero animale sacrificato per l'occasione. Sono rimasta proprio a bocca aperta!
L'impressione che ho comunque, dopo questi primi giorni qui a San Francisco, è che in questa parte d'America  - forse più che in altri posti visti sinora - non ci sia un limite... Sei libero di essere esattamente chi vuoi e  nessuno baderà ai tuoi capelli tricolori rossi-gialli-neri, verdi, viola o semplicemente rossi come il fuoco ma rigorosamente abbinati ad abiti dello stesso colore e dalle forme assolutamente anticonvenzionali. Di frequente si incrociano donne particolarmente estrose che non vogliono nascondere la loro passione per il fucsia, che celebrano tingendosi i capelli di fucsia e acquistando vestiti fucsia, a cui abbinano accessori di ogni genere - dalle collane allo zaino, dai calzini alle scarpe, di colore fucsia.  Ogni dettaglio risulta fondamentale nella creazione del personaggio, sembra. Io forse sono l'unica a stupirsi ancora ad ogni incontro. Ma chissà, magari con il tempo migliorerò, e non resterò a bocca aperta ad ogni passo. Si tratta probabilmente di un mio limite attuale, che questa esperienza in America mi aiuterà forse a superare!
Alla prossima,
Sabina

6 commenti:

  1. vuoi dire che ti devo regalare qualcosa di fucsia?

    RispondiElimina
  2. Sì, Maddi: lo voglio, costi quel che costi! =)

    RispondiElimina
  3. oppure ti potresti colorare i capelli di fucsia...tanto vanno via....è una delle mie tentazioni! comunque io ero campionessa d hula hoops: facevo più di 100 giri. quando ci ho riprovato qualche tempo fa ho dovuto accettare che non ne ero più capace: E' la piazza che ho visto in un servizio su Report quanto parlavano del riciclo della spazzatura che sono riusciti ad arrivare a percentuali molto alte. W il fucsia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ci vedo molto con i capelli fucsia pero' se dici che mi potrebbero donare... potrei fare un tentativo, perche' no?

      Elimina
  4. Sembra davvero affascinante questa San Francisco no limits! Hai foto dell'indiano d.o.c. ?!? Son curiosa ;)

    RispondiElimina
  5. Accidenti! Nessuna foto di documentazione per l'indiano: ero troppo impegnata a guardarlo... :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...