mercoledì 25 aprile 2012

Buena vista!

Come scrivevo qualche giorno fa, una delle caratteristiche più evidenti ai miei occhi di San Francisco consiste nel suo carattere poliedrico. La città ha davvero mille volti! Dal caotico downtown pieno di grattacieli a specchio che riflettono le tonalità del cielo, si passa, a breve distanza, a luoghi estremamente tranquilli con piccole casette singole che nascondono fantastici giardini sul retro (che qui si chiamano "backyard"). E ci sono poi numerosi parchi che interrompono la continuità della serie interminabile di casette separate solo dalle strade che tagliano perpendicolarmente i vari isolati. Si tratta di parchi diversi tra loro che si aprono alla vista del visitatore come delle piacevoli aree di svago per la mente e per il corpo. 

Ieri sono finita ad esplorare il BUENA VISTA PARK che è situato leggermente più a occidente rispetto al centro. E chi l'avrebbe mai detto che la salita proibitiva che mi ero trovata davanti prima di trovare parcheggio mi avrebbe catapultata in un luogo del genere?! Appena scesa dall'auto, mi sono resa conto che mi trovavo a pochi passi da una realtà assolutamente incredibile nel cuore di San Francisco. Mi trovavo in montagna!  
Il parco si sviluppa infatti su una collina e varie sono le stradine e i sentieri che lo attraversano e che conducono alla cima dalla quale si apre una vista spettacolare - che presumo abbia ispirato la scelta del nome di questo parco! 
Io ho imboccato un sentiero che iniziava con una ripida scalinata che mi faceva allontanare dalle case per farmi immergere in un paesaggio verdeggiante pieno di alberi di vario tipo e popolato da coloratissimi uccelli e farfalle, e da scoiattoli vivaci e decisamente affamati! Spero di poter aggiungere altre foto domani anche di questi animaletti. Dopo una camminata di circa un quarto d'ora in salita, sono arrivata alla vetta! Da questa radura assolata si vedeva una parte rilevante della città e specialmente la baia con il celebre Golden Gate Bridge che incredibilmente appare sempre - da qualunque punto si guardi e in qualunque ora del giorno - come un dipinto dalle tinte pastello che lo rendono un luogo quasi surreale che appare in lontananza. Una cosa davvero curiosa! Vi lascio alcune foto per assaporare questi paesaggi...
A presto,
Sabina

6 commenti:

  1. Com'è bella questa descrizione del percorso, leggendola mi è davvero sembrato di percorrerlo!
    E mi sono trovata a pensare che i parchi sono dei pezzetti assolutamente affascinanti della città: ti ci portano dentro e te la mostrano "da fuori"! Quando ci sono mi sento come sospesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel pensiero, Lore: è proprio vero... ti incammini nel bosco e ciò che ti si apre davanti è uno spettacolo maestoso, della capitale con il suo bel mare!

      Elimina
  2. I parchi sono proprio una delle cose che invidio di più dell'America. Sono un angolo di tranquillità tra le vie frenetiche della città. La cosa belle è che sono grandi, spaziosi e la gente va per rilassarsi e per stare un po' in mezzo alla natura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! I parchi qui sono talmente estesi che non ci si rende assolutamente conto di essere ancora in città: sono piccoli-grandi angoli di paradiso nei quali rifugiarsi!

      Elimina
  3. Bellissime foto ed è incredibile che siano a pochi passi dal centro: Sembra proprio un sentiero che porta almeno sui colli da noi! Affascinante il tuo racconto che dà l'idea dell'esploratore che incuriosito prosegue per trovare. Bella cosa davvero i parchi: natura e libertà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di poter aggiungere presto altre foto che al momento sono "imprigionate" nella macchina fotografica di cui non trovo il cavo (che sia tra le pagine di qualche libro come al solito???)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...