lunedì 23 maggio 2016

Non sono tutte rose e fiori # 5

Dico sempre che San Francisco è una città bella e maledetta. 
Bella perché, ai miei occhi, è una città splendida, distinta da una bellezza tutta sua e di certo non paragonabile a quella di nessun'altra città che io abbia visto sinora, negli Stati Uniti e in Europa. 
1825-1827 McAllister Street, San Francisco
Maledetta perché, come già raccontava la voce italiana di Stefania, è una città in cui si vive davvero bene solo se si fanno TANTI soldi. 
Questo è un post che volevo scrivere da tanto e che scrivo ora, sull'onda di quanto è stato detto nell'ultima intervista delle "Voci italiane a San Francisco".
Gli affitti sono molto cari, più cari che in qualunque città degli Stati Uniti. E da quando siamo arrivati qui noi, quattro anni fa, non hanno fatto che continuare a crescere a dismisura...
Ci hanno ripetuto milioni di volte che noi siamo stati proprio sfortunati ad arrivare a San Francisco in un momento in cui il mercato delle case era impazzito a causa del successo di aziende imponenti come quelle di Facebook e Google, che hanno richiamato in città gente da tutto il mondo. Gente che, non sapendo quanto a lungo lavorerà qui, non mostra interesse alcuno nel comprare casa, ma può tranquillamente permettersi di pagare uno stipendio di 8000-10000$ al mese. 
Siamo stati sfortunati allora, ma dopo quattro anni il costo degli affitti continua a crescere e la situazione non è affatto migliorata. 
Nel 2012 girammo per due mesi interi prima di trovare la Maison Jaune, facendo domanda per non so quante case in affitto. 
Non so contare le volte in cui ci siamo messi in lista d'attesa per affittare un appartamento senza essere presi in considerazione! Noi che di stipendio ne avevamo solo uno all'epoca e di certo non potevamo competere con qualcuno che lavora per Facebook. Così ci trovavamo contro con chi, nella trattativa, poteva permettersi di alzare il prezzo, pagando anche 500 o 1000 dollari in più al mese rispetto al prezzo iniziale.
Ancora oggi ci baciamo le mani per aver trovato un piccolo ma bellissimo appartamento con una sola camera da letto che paghiamo SOLO 2900$ al mese. Sono tanti soldi... anche per una famiglia con due stipendi. Eppure per noi è stato proprio un colpo di fortuna perché di case così, a questi soldi, non se ne trovavano allora visto anche che non avevamo alcuna storia del credito negli States! 
E pensate che l'appartamento accanto al nostro, che è un po' più grande e un po' più bello, è stato affittato a 4100$ qualche mese fa. 
Se poi si volessero guardare le case più grandi, con due camere da letto, ci si troverebbe davanti a prezzi ancora più spaventosi.
Col mio stipendio da maestra riesco a coprire tutto l'affitto e mi avanza qualcosa per pagare IN PARTE l'asilo di mio figlio, che è l'altra spesa grossa del mese. 
Di asilo paghiamo infatti 1800$ e anche in questo caso, ci è andata bene. Di asili pubblici disponibili quando se ne ha bisogno non ce ne sono e volendo cercare una scuola materna, così come la chiamiamo in Italia, con una filosofia alle spalle, avremmo speso dai 2200$ in su. Addio filosofia allora... Ci siamo accontentati, scegliendo un asilo che ci sembrava sufficientemente buono e che, alla fine dei conti, è risultato tale. Certo, avendo una maggiore disponibilità economica, probabilmente avremmo optato per qualcosa di meglio.
Poi ci sono le spese per il cibo. Più o meno 200$ a settimana per la spesa al supermercato e 100$ per la spesa settimanale della frutta e della verdura al farmers' market
Aggiungeteci le spese dell'auto, annuali e mensili (assicurazione, benzina, bollo...) e quelle mensili delle bollette, che tuttavia non sono molto care visto che l'acqua e la spazzatura sono comprese nell'affitto e la luce arriva ai 100$ solo d'inverno, quando usiamo le ventole per il riscaldamento nel mese di dicembre.
Per farla breve: le spese sono tante e San Francisco, per quanto bella sia, non è una città propriamente economica. E noi lo abbiamo scoperto a nostre spese! 
E' una città in cui si vive bene e ci si può permettere di scegliere (la casa, l'asilo, i viaggi...) con due stipendi grossi provenienti dal mondo della Tech. Altrimenti, si lavora tanto e si va a pari con le spese. Le scelte nella vita quotidiana sono condizionate dal pensiero dei soldi, cosa che a me è risultata completamente nuova, venendo dall'Italia e da una condizione economica in cui si arrivava a fine mese tranquillamente con due stipendi universitari, senza tanto badare al conto in banca nei suoi dettagli. 
Qui ho dovuto imparare a tenere d'occhio il portafoglio e a prendere in considerazione seriamente il flusso del denaro in entrata e in uscita. E ho dovuto imparare a leggere oltre il carattere accattivante di un'attività (una classe di musica con mio figlio, la ginnastica...) o di un oggetto per guardarne il prezzo. Una cosa strana, che non ero abituata a fare, ma che mi sa di un pragmatismo che prima non avevo e che adesso è diventato parte della mia vita e di me!

4 commenti:

  1. Cavoli, pesante.. sono davvero tanti soldi!

    RispondiElimina
  2. ho trovato davvero interessante questo post! ...fa capire molto bene, visto che entri molto nel dettaglio e fai molti esempi, che "l'America" non è più negli USA e questo è un messaggio importante per tutti coloro che continuano a denigrare l'Italia dicendo che qui non c'è futuro e che i giovani sono costretti ad andarsene... senza un bel bagaglio culturale e di esperienza è impensabile, se già voi, con le vostre qualifiche non fate certo i signori... Grazie! è sempre molto piacevole leggerti!

    RispondiElimina
  3. Un grazie grande grande. Pubblicare i propri conti è sempre un gesto molto cordiale, come aprire la porta di casa propria. Ed è di grande aiuto.

    RispondiElimina
  4. Benvenuta nel mondo reale della maggior parte degli italiani che devono stare a contare il centesimo!
    "...distinta da una bellezza tutta sua e di certo non paragonabile a quella di nessun'altra città che io abbia visto sinora, negli Stati Uniti e in Europa."...bella e` bella, ma dire che non c'e` paragone con nessuna città` europea e` una blasfemia!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...