venerdì 15 maggio 2015

Incontro ravvicinato del terzo tipo con Mr Pigiamone

Dovete sapere che accanto alla Maison Jaune, nella casa arancione fluorescente, abita Mr Pigiamone. 
Il nostro vicino di casa è stato così soprannominato, diversi mesi fa, dopo il ripetersi di un rituale che vede quotidianamente il nostro protagonista uscire dalla sua casa con ancora il pigiama addosso (maniche corte e pantaloni larghissimi, sempre a fantasia), a piedi nudi e, ovviamente, con i capelli spettinati. Insomma, proprio come se si fosse appena alzato dal letto e se si fosse scaraventato fuori da casa sua. 
In tali condizioni, siano le 11 del mattino o pomeriggio inoltrato, Mr Pigiamone si dirige verso la strada principale che incrocia la nostra via e si piazza lì, all'angolo, a fumarsi una sigaretta al sole, tenendo il telefono nell'altra mano e la faccia incollata al piccolo schermo. A piedi nudi.
La storia di Mr Pigiamone è una storia piuttosto monotona, di per sè, per lo meno in apparenza, e probabilmente per questo motivo ha risvegliato la mia fantasia che mi ha permesso di ricostruire la sua vera storia, inventata! =)
Secondo me Mr Pigiamone è uno scrittore che cerca l'ispirazione nel tabacco... 
Anzi no, Mr Pigiamone è un computer geek, come li chiamano qui, un nerd appassionato dell'informatica che per vivere s'inventa le regole di nuovi giochi fantasy per l'iphone. 
Se sul suo lavoro la speculazione è comunque ancora aperta, la sua vita sentimentale è già stata scritta: Mr Pigiamone non può che essere single, non solo perché vive in pigiama, cammina scalzo fuori di casa, si prende tempo per dormire fino a tardi e per fumarsi una cicca da solo all'angolo, ma anche perché ordina il cibo per asporto a qualunque ora della notte e con una frequenza molto alta. 
E come faccio a saperlo io? 
Eh. 
Diciamo che l'ho dedotto... L'ho dedotto dal numero di volte che l'omino delle consegne - fosse mandato dal ristorante cinese, da quello giapponese, messicano, americano o peruviano - ha suonato il nostro campanello... per sbaglio. 
1 e 7, si sa, al buio si confondono assai bene e questi sono proprio i due numeri che legano il destino della Maison Jaune a quello della casa di Mr Pigiamone. 

Detto questo, ora immaginate un po' la scena: siete riusciti a far addormentare il vostro bambino lamentoso dopo un'ora di urla e pianti disperati e finalmente, dopo una lunga giornata di lavoro, vi state apprestando a mangiare la cena, ormai fredda ghiacciata. Suona il campanello, ed è l'omino delle consegne. 
Neghiamo più volte di aver ordinato la cena ma generalmente, dovendo interagire con cinesi che parlano un americano maccheronico, non ci si arriva a capire al citofono e la conversazione deve per forza continuare fuori dalla finestra. 
"Non ho ordinato io la cena! Ma dove devi consegnare? Qual è il numero della casa? Eh no, caro mio: questo è il numero 1, non il 7". 
Sempre così! 
L'omino delle consegne se ne va, ma nel frattempo il pupo si è svegliato e ha ripreso ad ululare... poveri noi.
Quante volte è successo in questi ultimi 18 mesi, cioè da quando è nato Tegolina? 
Credo almeno 50 volte. 
Tant'è che avevo anche pensato di scrivere una lettera aperta indirizzata a tutti gli abitanti della casa a fianco, ma poi non l'ho mai fatto.
Tuttavia, dopo l'ennesima scampanellata alle 11 di sera, la mia ira è diventata davvero funesta e il desiderio di dare una svolta a questa situazione era proprio grande.

Destino vuole che il giorno seguente esco dalla Maison Jaune al mattino con Teg in braccio e toh, guarda chi mi ritrovo all'angolo: Mr Pigiamone. 
Ora, il mio sesto senso mi diceva che era proprio lui la causa del mio male, ma non ne ero sicura... quindi procedo dritta verso l'auto pensando che non sia il caso di parlargli e che mi prenderà per pazza, ma quando raggiungo la macchina, torno indietro e decido di spezzare l'incantesimo legato alla mitologica figura di Mr Pigiamone. 
Ciao Mr. Pigiamone, senti, ma tu vivi nella casa arancione laggiù?
Sì.
Senti, Mr Pigiamone, ma tu ieri sera alle 11 hai ordinato la cena dal cinese?
Sì (la paura viene a galla nei suoi occhi).
Guarda Mr Pigiamone, io devo proprio dirti una cosa: ogni volta che tu ordini da mangiare, l'omino delle consegne suona a me! Io sarei anche sveglia alle 11 di sera, ché ho appena iniziato a vedere il film spaparanzata sul letto dopo una giornata d'inferno, ma mio figlio (sguardo fugace verso il pargolo/vittima tra le mie braccia) è a letto, poverino, e il suono del campanello lo disturba... 
Mr Pigiamone non si intenerisce affatto. Tra lo spiazzato e lo sprezzante, mi dice che probabilmente è perché il 7 della sua casa è troppo simile all'1 della Maison Jaune. Io aggiungo che probabilmente pure il numero dell'appartamento è lo stesso. 
Pero' dico anche a Mr Pigiamone che se per cortesia può indicare nel suo ordine che il suo edificio è quello arancione fluorescente, sarebbe meglio per me e per il mio povero figliolo. 
Promette che lo farà anche se non sembra crederci davvero. Io lo ringrazio e me ne vado. 

Ah, Mr Pigiamone... spero che un giorno troverai chi cucinerà amorevolmente per te! Così almeno io potrò stare tranquilla!

17 commenti:

  1. E magari avrà un figlio che sarà svegliato dall'omino delle consegne chiamato da qualcun altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mo' sei cattiva. Mica lo sapeva lui, poverino. Mica l'ha fatto apposta

      Elimina
    2. Chi? Io? Ma se gli auguro di trovare presto una compagna amorevole???
      Hi hi hi hi

      Elimina
  2. Che fastidio! Hai resistito pure troppo!! Brava speriamo serva!!!

    RispondiElimina
  3. Ordinagli cavolo rancido alla coreana a mezznotte con pagamento alla consegna... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. URCA! Questa non l'avevo pensata!! Genious!

      Elimina
  4. Certo che è messo male 'sto ometto. Che storia triste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco tanto a vedere la tristezza della sua storia... ti riferisci alla sua solitudine? Non mi sembra affatto infelice, forse perché vorrei anch'io ordinare la cena da asporto ogni sera!!

      Elimina
  5. Sei stata bravissima ad affrontarlo, ma caspita avete sopportato veramente troppo!
    Un po' mi fa pena questo Mr Pigiamone...

    RispondiElimina
  6. Cugi non è possibile per te cambiare l'insegna del numerino? Così magari riesci a renderlo più distinto dal 7 di Mr Pigiamone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti vederla l'insegna: sono caratteri in metallo su gesso decorato!! Impossibile contraffare il numero 7!
      Ma sai qual è il problema vero secondo me? Qui non mettono il trattino sul 7 e per questo 1 e 7 si confondono ancora di più! (anche se basterebbe prestare un po' più di attenzione alla consegna... mentre gli omini sono sempre di fretta!)

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...