domenica 5 gennaio 2014

Il parrucchiere del Golden Gate Park

Sappiamo bene noi donne che una volta individuato un parrucchiere di fiducia, difficilmente si riesce a cambiarlo. E che fare allora in caso di bisogno, trovandosi dall'altra parte del mondo?  Tentare la sorte o attendere di rientrare in Italia per una classica spuntatina? 
Fino a ieri io avevo optato per la seconda via, contando sempre sulla mia super parrucchiera padovana che rivedevo ad ogni mio rientro in patria o quasi. Non avevo creduto nemmeno a chi diceva che a San Francisco si trovano i migliori parrucchieri al mondo, perchè io, la mia parrucchiera di fiducia, ce l'avevo già, dall'altra parte del mondo però. E del resto, le storie di altre blogger italiane in America non erano state affatto incoraggianti... vero Lucy? 

Galeotto fu un annuncio su Groupon che offriva per soli 32$, lavaggio e taglio al Pitch Hair Salon, un parrucchiere nel quartiere di Cole Valley, nei pressi del Golden Gate Park. Mi sono detta: "Perchè no?". Ho acquistato il coupon e, con quello, ieri mi sono presentata dal parrucchiere dopo aver preso appuntamento telefonicamente. 
Mai esperienza fu così tipicamente sanfranciscana!
Mi ha accolto un Artista del Capello evidentemente omosessuale e particolarmente effemminato, che ho scoperto essere originario di Santa Cruz, una cittadina sul mare nel sud della Bay Area. Mani di forbice, chiameremo così il nostro super eroe, era vestito di tutto punto, con abiti abbinati sui toni del beige-marroncino. Basco in testa che faceva pendant con giacca e pantaloni in velluto; un gilet rosso, scozzese, sotto. 
Appena entro, Mani di forbice mi saluta e si prende il mio coupon stampato, dopo di che mi fa accomodare su una poltrona piazzata davanti ad uno specchio gigante, 3 m x 2. Decidiamo insieme il taglio: mi chiede quanto corti li voglio e come li voglio. Aspetto i suoi suggerimenti... e viene fuori che corrispondono esattamente alla mia idea: corti dietro e lunghi davanti! Passiamo quindi al lavaggio e tutto si svolge come di consueto. Nessuna sorpresa. Poi ritorniamo davanti allo specchio e prima di cominciare a tagliare, mi invita ad indossare una fantastica mantella in seta, leopardata. Uh, che glamour! 
Pettina e taglia, taglia... taglia... taglia e le ciocche di capelli cadono silenziosamente a terra. Mani di forbice ci sa fare, è palese.
E finì così.
Ora, non so che esperienza abbiate voi delle parrucchiere italiane, ma se c'è una cosa che io non sopporto è proprio la sfilza di domande che solitamente cominciano a fare non appena ci si siede sulle loro poltrone. Ricordo che una volta, al tempo dei terremoti a L'Aquila, un parrucchiere barese a cui avevo detto che ero di Padova, si era rammaricato per tutti i terremotati senza casa... qualche problema di geografia? Ad ogni modo, io so che a suo tempo ho scelto la mia parrucchiera anche perchè non rientrava nella categoria "parrucchieri logorroici" e preferiva il silenzio ai fiumi di parole inutili, di frasi di circostanza. Solo nel tempo le nostre conversazioni, generalmente incentrate sui viaggi, lo studio e la società contemporanea, hanno preso il via e si sono nutrite di parole. 
Ecco, immaginate Mani di forbice in azione ieri nel suo quartiere generale... Beh, ovviamente non è stato zitto per un solo secondo. Mi ha tempestato di domande. E la cosa divertente è che in cambio non ho ricevuto molte informazioni: sono riuscita a scoprire solo la sua provenienza. Tra le esperienze recenti e inerenti al tema "gravidanza", ha voluto solo farmi sapere quanto è stato fondamentale il suo ruolo durante il travaglio di una sua amica. Giuro che, nonostante tutto questo parlare, sarei tentata di tornarci perchè Mani di forbice era veramente un esperto del capello. Con quale sicurezza puntava alle singole ciocche, sapendo esattamente quale effetto avrebbe prodotto sulla mia testa! Ammiro sempre le grandi abilità manuali... e così all'uscita non ho potuto fare a meno di dirgli che aveva mani magiche! Dovevate vedere tutto il suo compiacimento...
Ah, e sapete un'altra cosa? Non ho dovuto aggiungere nulla a quei 32$ pagati su Groupon! In Italia mi è capitato più di una volta di cogliere l'occasione di un'offerta pubblicizzata fuori dal parrucchiere e di finire col pagare altri 20-30 euro aggiuntivi per un balsamo particolare o una messa in piega non prevista dall'offerta. Ecco, qui niente spiacevoli sorprese all'uscita! Cliente soddisfatta... nonostante la sfilza di domande.
Alla prossima

P.s.: e dolo dopo ho scoperto che nel coupon di Groupon non è prevista la mancia che invece va lasciata al parrucchiere qui in America. Mi sa che se torno da questo parrucchiere, si vendica... 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...