venerdì 27 dicembre 2013

Il panettone non ci basta!

Se nel periodo delle feste vi trovaste casualmente in America, potreste essere fortunati e rintracciare in qualche negozio un panettone di tradizione italiana ma prodotto negli States. In questo caso, potrebbe anche capitarvi di trovare scritte sulla scatola del panettone le istruzioni per l'uso di quest'ultimo, accompagnate da una serie di immagini assai esplicative.
1. Tira fuori dalla scatola di cartone e dalla busta in plastica il panettone (e che non ti venga in mente di metterlo in micronde così com'è, come tanti prodotti che si vendono pronti per essere infornati, con l'involucro e tutto!) e sistema il panettone su una superficie adatta al taglio; 
2. rimuovi la carta attorno;
3. taglia a fette il panettone dall'alto verso il basso (sia mai che tu possa anche solo pensare di fare il contrario!). Servi, e goditelo!;
4. conserva il rimanente (se dovesse davvero avanzare qualcosa) in un contenitore sigillato da sistemare in un luogo fresco e secco. 
E fin qui, niente di strano... per lo meno per un americano che potrebbe non avere familiarità con questo dolce natalizio di origine italiana; io nel frattempo, leggendo quelle istruzioni che in pratica spiegano come prepararsi ad affrontare un panettone, non posso fare a meno di sorridere...
Ma ciò che mi è risultato ancor più divertente è stato il resto. A quanto pare qui in America questo dolce italiano non va bene così com'è. Non basta la gustosa pasta gialla, piena zeppa di gocce di cioccolato al latte, e sicuramente non bastano le 300 calorie per ogni fetta. Per soddisfare i palati americani evidentemente, s'ha da fare di più! 
Ecco perchè sulla confezione di questo panettone Bauducco prodotto in Florida, ci sono alcuni suggerimenti offerti dalla ditta: ricette alternative nelle quali il panettone costituisce solo il punto di partenza! 
Potresti ad esempio preparare degli ottimi panini con due fette di panettone, in mezzo alle quali potresti mettere un bello strato di crema alle nocciole spalmabile. Ovviamente così non basta ancora: suggeriscono anche di imburrare una padella e dare una bella scaldatina al paninetto, dorandolo da entrambi i lati per un paio di minuti prima di cospargerlo di zucchero a velo e di servirlo con frutti di bosco e panna. Qui sotto vedete i panini ripieni di cioccolato finiti. 
Si raccomandano inoltre, quelli della Bauducco, di proporre il panettone accompagnato da caffè, thè o latte oppure da frutta, yogurt o gelato.  Sia mai che non sapessi come servirlo...
Insomma, da questa lunga lista di suggerimenti sembrerebbe che la ditta non avesse troppa fiducia nelle capacità del cliente americano e abbia quindi voluto essere esplicita nello spiegare come utilizzare il panettone... Quante cose che diamo per scontate noi italiani, eh?!
Alla prossima

11 commenti:

  1. Sono allibita! Eheheh solo a leggere le opzioni mi sono saliti i trigliceridi, colesterolo e glicemia

    RispondiElimina
  2. Solo a leggere le serving suggestion mi si sballano i valori del sangue eheheh

    RispondiElimina
  3. Sono allibita! Eheheh solo a leggere le opzioni mi sono saliti i trigliceridi, colesterolo e glicemia

    RispondiElimina
  4. Scommetto che da qualche parte fanno anche il deep-fried panettone.

    RispondiElimina
  5. Però strano che abbiano pensato ai frutti di bosco... voglio dire, è frutta! Una cosa salutare tra tutti gli strati di creme e cioccolato! :D

    RispondiElimina
  6. Beh, se gli americani non bastardizzano i nostri cibi e non aggiungono calorie non sono contenti...Buon Natale!

    RispondiElimina
  7. Ho fatto indigestione solo a leggere queste ricette!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...