venerdì 25 ottobre 2013

Dal baby registry di Teg #8

Da quando vivo qui in California, mi sono resa conto che praticamente tutto quello che vediamo nelle serie tv o nei film americani, diciamo realistici, è proprio preso pari pari dalla realtà, senza troppa fantasia aggiunta. Quindi, quello che ai nostri occhi europei appare piuttosto esotico in questi episodi, in realtà agli americani deve risultare assolutamente normale. L'effetto deve essere quello di Un posto al sole, per dire: avete presente? 
Ecco quindi che nel reparto di pediatria di Grey's Anatomy, la famosa serie che è diventata l'appuntamento fisso serale alla Maison Jaune da qualche mese a questa parte, ma che adesso vediamo solo al venerdì visto che escono settimanalmente le nuove puntate della decima serie (in Italia dovrebbero uscire il prossimo gennaio, tranquilli!), non poteva mancare la sedia per l'allattamento che abbiamo visto utilizzata da Alex Karev!
Questa sedia in legno con doppio cuscino, per la seduta e lo schienale, è sempre presente nelle camere d'ospedale americane e spesso pure nelle case che ospitano dei bebè. Niente di inventato, anche in questo caso quindi. 
Potevo dunque anche solo pensare di togliere a Tegolina il piacere di essere coccolato su una di queste comode poltrone per l'allattamento americane? Anche questo mi sembra faccia parte del nostro tentativo di adattamento alla cultura statunitense! Unico vero problema: il costo di queste belle sedie che generalmente vanno dai 130 ai 600 dollari! 
Fortuna ha voluto che la trovassimo qualche mese fa in un garage sale, una vendita dell'usato che gli americani fanno sotto casa nel weekend per svuotare il loro garage pieno di cose inutilizzate. Pagata 30$, presa, seduta stante =). 
A questo punto però abbiamo chiesto l'intervento di chi poteva, con le sue mani magiche, dare nuova vita a questa poltrona offrendo un rivestimento ai due vecchi cuscini. 
E chi meglio di Cristina poteva aiutarci?
Foto fatte, misure dei cuscini prese sommariamente su questa bozza cartacea digitalizzata e inviata a Padova così come la vedete. Dopo poche ore, arriva la mail di risposta con una serie di domande e di richieste di puntualizzazioni. 
Ahimé, il mio disegno, con le misure prese in modo piuttosto casuale, anche se con una certa logica non certamente sartoriale, non era sufficiente per realizzare un rivestimento preciso...
Ci riproviamo allora e l'intervento più professional di Roberto, che è stato evidentemente coinvolto nel progetto, è risultato fondamentale. Ci arriva pertanto questa foto che vedete sotto con le nuove misure da prendere.
Questa volta i punti significativi sono indicati precisamente e a noi spetta solo di trascrivere le misure dei singoli segmenti: AB, BC, CD, DE, L1, L2, L3... ecc... ecc... 
Ci mettiamo d'impegno e lo facciamo, cercando di essere quanto più precisi possibile pur avendo solo un metro rigido a nostra disposizione e un nastro che usiamo per prendere le misure e riportarle sul metro.
Risultato finale? Questo qui a destra! 
Una nuova versione di questa sedia usata che ora trionfa, tutta pulita, nella cameretta di Tegolina, con il suo bel rivestimento candido che le calza a pennello. 
Pura magia ai miei occhi...
A questo che io considero un vero capolavoro, Cristina e Roberto hanno aggiunto dal Baby Registry il poggiapiedi che generalmente si vende insieme alla sedia per l'allattamento in una versione imbottita, molto più grande e costosa. 
Da qui
Per evitare di spendere 100$ solo per questo dettaglio, ho trovato su Amazon una versione più piccola e più semplice in legno, che spero Teg possa utilizzare anche per raggiungere il lavandino e lavarsi le mani da solo quando sarà un po' più grandicello.
Oltre a questo, sempre dal Baby Registry, Cristina e Roberto ci hanno mandato lo sterilizzatore e i biberon della Philips Avent, un set da paura che non vediamo l'ora di mettere in azione!
Ma oltre a questi oggetti acquistati online, Cristina ci ha mandato anche altri lavoretti d'artigianato da lei prodotti, come quelli che vedete qui sotto. 
Una serie di coloratissimi bavaglini in cotone double face su cui Teg non vede l'ora di lasciare delle fantastiche medaglie di varie forme e dimensioni.
Un lenzuolino cucito dalle mani magiche di Cristina, con una passamaneria tutta orsettosa che sicuramente farà impazzire il Batuffolino con tutti questi dettagli colorati. 

Insomma, i regali che stiamo ricevendo per Tegolina sono molto vari. Certo le cose fatte a mano continuano a generare in me una particolare ammirazione perché, per la poca esperienza che ho, so che il tempo, la pazienza, l'impegno che servono per creare tutte queste adorabili cosine sono davvero senza prezzo...

Grazie allora Cristina e grazie Roberto!

Alla prossima 

3 commenti:

  1. è vero, quando si ricevono cose fatte a mano fa davvero piacere! io Natale scorso mi sono dedicata a regali hand-made e sono stati graditi :) auguroni per il bimbo!!!:)

    RispondiElimina
  2. Anche i bavaglini e il lenzuolino........... e ce ne sono altri che stanno aspettando di volare!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...