giovedì 5 settembre 2013

La pancia in Italia e la pancia in America


La casetta di Tegolina si sta facendo di giorno in giorno sempre più grande. 
In realtà, nel mentre che lo vivi, non è che ti accorgi che ti stai lentamente trasformando in una mongolfiera, perché la suddetta pancia cresce a tua insaputa, lentamente, centimetro dopo centimetro, giorno dopo giorno. Poi, riguardi le foto di qualche mese fa e... BAM: ti accorgi che è diventata enorme! E a quel punto non ci puoi più fare niente e rimani in attesa, sperando sempre che non esploda...


Ho notato alcune differenze di reazione al passaggio di una pancia contenente un bambino in Italia e in America: 

La pancia in Italia
Attira gli sguardi curiosi dei passanti, anche sconosciuti, ma non solo: attira pure le carezze e quindi le mani di chi evidentemente non vede l'ora di toccare una pancia che porta dentro un bambino. Indipendentemente dal fatto che tu conosca o meno la persona che incontri, questa al tuo passaggio tenderà ad allungare una o più mani verso la tua pancia. 
Sembra quasi che la pancia abbia un potenziale catalizzatore fortissimo e che non ci sia niente da fare: non ci si può proprio tirare indietro, anche se a volte un "Giù le zampe" ti verrebbe da dirlo.

La pancia in America 
Attira gli sguardi curiosi dei passanti, per lo più sconosciuti, ma non solo: genera pure sorrisi e saluti. Ho notato che da quando la pancia si è fatta più evidente, cammino per strada e la gente mi sorride. E stamattina mi è successo che una passante mi ha addirittura augurato una buona giornata durante la mia passeggiata quotidiana! 
A voi italiani sembrerà una cosa quasi naturale che incroci qualcuno e ti saluta, ma qui in America non mi succede di frequente, principalmente perché non conosco molte persone nel quartiere (non conosco neanche quelle che vivono nella Maison Jaune che è diventata Verte qui!). Comunque non è comune che uno sconosciuto ti saluti incrociandoti per strada, a meno che tu non sia su un sentiero di montagna oppure, e questo è il mio caso, tu non abbia Tegolina nella pancia.

A questo punto mi viene da chiedermi come mai sono così diverse le reazioni in Italia e negli States. 
Sicuramente mi risulta difficile immaginare che ad un americano possa anche solo venire in mente di toccare la pancia di una donna incinta qualunque, visto che il loro concetto di privacy è completamente diverso dal nostro. L'impressione è che persino una conversazione tra due persone che già si conoscono e si incontrano casualmente per strada non possa durare più di un tot, proprio perché rispettare qualcuno significa anche rispettare il suo tempo. Per lo meno, questa è l'impressione che mi sono fatta sinora... Figuriamoci quindi se in tale contesto può essere pensabile una toccatina alla pancia altrui! 
Chissà perché invece in Italia la pancia attrae così tanto... Di sicuro non si pensa alla sua privacy, quando si incontra una donna gravida per strada, e forse proprio per questo motivo la mia amica Susanna veniva assalita anche dalle vecchiette sconosciute al supermercato quando, facendo la spesa, cercava di passare inosservata insieme alla sua pancia. 
E allora, che cosa spinge a toccare tutte queste pance ripiene di bambini? 
Io ricordo esattamente la prima volta che ne toccai una: era quella di mia cognata e conteneva il primo nipotino... Ero reticente e un po' vergognosa perché mi sembrava di oltrepassare la soglia di un rapporto elitario tra mamma e figlio, di entrare in una sfera che non mi spettava, ma fui invitata a farlo con gentilezza e ricordo con tanto affetto quel primo contatto, quel momento in cui mi resi conto che c'era una vita dietro a quella pelle tesa...
Alla prossima

   

23 commenti:

  1. Ma che pancia, sembra proprio che manchi poco! congratulazioni ! Leggendo questo post pero' ho proprio capito che gli States sono un Paese immenso e con persone molt diverse: pensa che io non ho nessuna pancia (anzi cerco di tenerla ben piatta :) ) ma qui in Colorado la gente mi sorride e saluta sempre per strada, e spesso trovo sconosciuti che attaccano bottone.. tant'e' che mi sembrano piu' socievoli che in Italia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono convinta anch'io che ogni stato sia diverso e che le cose cambino anche da città a città... Fatto sta che San Francisco è famosa per essere la città "fricchettona" e anticonformista per eccellenza, eppure una certa freddezza si riscontra comunque per strada

      Elimina
  2. anche qui mi salutano/sorridono sempre... credo che la differenza sia (senza voler offendere nessuno per carita') tra gente di citta' e gente dei sobborghi
    attendo conferme/smentite alla mia teoria

    in ogni caso, non credo proprio che un americano possa mai toccare la pancia di una donna incinta sconosciuta :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta, ma allora secondo te la gente di città è più freddina?

      Elimina
    2. prob e' perche' nei sobborghi in generale si incontra meno gente, soprattutto meno gente che passeggia... allora quando si incotnra qualcun altro ci si saluta...
      anche io quando vado a downtown vedo che non ci si saluta, mentre quando passeggio qui nel vicinato si... buh...

      Elimina
  3. beh minimo che la sua zia nonchè madrina doveva sentirlo nella pancia :) !!! :***

    Con Chiara una signora insisteva nel dire che vista la mia pancia era maschio e non valevano a niente i miei "no signora la mia pancia è stata così anche la volta prima, è femmina è femmina lo dicono anche l'ecografie!"

    "No no è maschio"..... -_-'

    Bacino anche a Teg :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. =)

      Queste teorie sulla forma della pancia sono proprio una cavolata!
      Qui, devo dire, non tentano di indovinare: solo dal dentista mi è successo che ci abbiano provato... indovinando pure!

      Elimina
  4. beh minimo che la sua zia nonchè madrina doveva sentirlo nella pancia :) !!! :***

    Con Chiara una signora insisteva nel dire che vista la mia pancia era maschio e non valevano a niente i miei "no signora la mia pancia è stata così anche la volta prima, è femmina è femmina lo dicono anche l'ecografie!"

    "No no è maschio"..... -_-'

    Bacino anche a Teg :D

    RispondiElimina
  5. ma anche i paloaltini salutano sempre! e le conversazioni al bar con sconosciuti sono piu frequenti in US che a Malo di sicuro.. forse la cit e' piu touch and go..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente sì... e questo confermerebbe quello che Marica diceva per San Diego!

      Elimina
  6. anche io voglio toccarti la pancia!!!

    RispondiElimina
  7. anche io voglio toccarti la pancia!!!

    RispondiElimina
  8. In materia di pance non sono esperto perchè non ne ho mai portata una. Io di mio non mi permetterei mai di toccare la pancia di una donna che non conosco bene.
    Degli americani a me ha colpito la grande cordialità. Ho fatto delle gran chiacchierate con persone conosciute al bar o in altri luoghi pubblici. E' anche vero che tutti tra le prime cose mi chiedevano conferma che fossi italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, una cordialità che però dura il tempo di una bevuta... e che difficilmente si trasforma in un rapporto più profondo, rimanendo quasi sempre superficiale...

      Elimina
  9. e' vero in italia alla gente viene spontaneo di chiederti di toccare la pancia.... devo dire che però a me non dispiace anzi fa piacere.... mi piace di avere una cosa bella dentro... e di poterla condividere....anzi mi dispiace che mio marito non possa beneficiarne anche lui tutto il tempo come me....mi sento quasi in colpa nei suoi confronti per questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dice la maestra di yoga qui: siamo state fatte per portare la luce di un altro essere dentro di noi... =)

      Elimina
  10. io ho portato a spasso la pancia in francia, con puntatite inglesi, spagnole, svizzere, italiane e polacche.
    in francia ti salutano sempre tutti, panciato o meno,nessuno si azzarda a toccarti o solo se ce'moooooolta confidenza chiedono maschio o femmina, ..in compenso ti danno importanta perche' dal farti passare avanti alla cassa sempre e comunque, anche se hai un elefante nel carrello e la persona davanti a te 1 cartone del latte in mano, a farti passare avanti a qualsiasi coda per il bagno, al posto a sedere nella metro o nel bus...insomma non cercano la tua pancia ma la rispettano tantissimo
    in italia volevano toccarla,domandavano maschio o femmina, poi commenti vari (ah femmina? eh ne passera'delle belle! femmina di nuovo? ah povero papa' adesso civuole il maschio eh oh poverina nessun maschio etc) , e quanti mesi? e sara' cesareo o naturale? clinica o ospedale? segue racconto di un paio di gravidanze finite con morte del neonato e o della mamma e altri particolari trucidi.
    pero' col cavolo che ti fanno passare davanti alla cassa prioritaria dell esselunga che in teoria e' per le donne incinte o che ti fanno passare alla coda per il bagno ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli della Francia... ma non di Parigi, VERO?
      Quando ci sono stata per un po', non ho ricevuto molti saluti per strada nella Ville Lumière! Mi sembravano tutti sempre di corsa... però effettivamente al supermercato erano molto gentili in fila, anche quando non avevo ancora la pancia!

      Viceversa posso dire che nè in Italia nè negli States mi è ancora successo che mi abbiano fatto passare avanti (nemmeno nella fila per il bagno!!!) o che mi abbiano ceduto il posto sui mezzi pubblici... E pensare che da bambina mi dicevano sempre di alzarmi per far sedere anziani e donne incinta! Ma forse da allora sono cambiate molte cose a livello sociale e culturale...

      Elimina
    2. Sulla parte saluti,si ero non a parigi,ma quando mi e capitatoi di essere a parigi panciata o con bimba e bimbe,stesse gentilezze,nn ho mai aspettato piu di 30 secomdi davanti alla scala della metro prima che qualcuno si avvicinasse x offrirmi aiuto a salire col passeggino, anche se era l ora di punta

      Elimina
  11. Io sorrido sempre ad una donna incinta, sono felice x lei, x quello che sta vivendo e x ciò che vivrà..un'avventura!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace tanto questa motivazione! =)

      Elimina
  12. Anch'io sono reticente a toccare una pancia, lo vedo un po' come un'invasione ed e' la stessa reticenza che mi porta a non toccare o prendere in braccio bambini degli altri se non dietro espressa richiesta o autorizzazione.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...