mercoledì 25 settembre 2013

Dal baby registry di Teg #1

Ricordate che lo scorso anno, nella rubrica "Ma come ho fatto a vivere senza?", che vi ha accompagnati per tutto il mese di dicembre e che ora trovate nel blog sotto l'etichetta "Acquisti curiosi a San Francisco", vi avevo parlato di questa bella tartarughina capace di proiettare sul soffitto ben otto costellazioni? 
Se la vostra memoria sta facendo cilecca e assolutamente non ricordate di che cosa io stia parlando, vi suggerisco di rileggervi il post in questione qui. Se invece avete una memoria di ferro e ricordate benissimo il mitico animaletto, potete procedere con la lettura.
Beh, proprio quella famosa tartarughina, che avrei tanto voluto includere nella letterina a Babbo Natale l'anno passato, è magicamente comparsa per Tegolina alla Maison Jaune, senza che nemmeno dovessimo inserirla nel Baby Registry! Insomma, qualcuno ci ha letto nel pensiero evidentemente...
Volete conoscere la storia della nuova amica di Teg?
Pensate che è partita addirittura dal centro Italia diverse settimane fa. La salutavano sull'uscio di casa gli zietti di Teg, Fra' & Fra', e i due cuginetti, Fede e Chiara che, prima di lasciarla partire per l'America, si devono essere certamente raccomandati con lei: "Fai la brava, sai, come la tua sorellina che rimane qui con noi, e rendi luminose tutte le notti di Tegolina!". 
Lei poi deve essersi infilata prima in un'auto che l'ha portata verso nord e poi in una valigia marypoppinsiana, contenente tante meraviglie, che era giusto in partenza per San Francisco... Ed ora, eccola qui la nostra tartarughina ad attendere con noi l'arrivo di Teg!
La accendiamo ogni sera ormai (è diventata un'abitudine rasserenante per noi) e ci addormentiamo insieme a lei... giusto per vedere che effetto fa, mica che vogliamo appropriarci già dei giochi di Tegolina, eh! =)
Sono le stelline e la luna ritagliate sulla corazza della tartaruga a proiettarsi sul soffitto e sulle pareti, creando un magico effetto che dura 45 minuti. Passati questi, si spegne tutto automaticamente. 
Oltre al verde fluorescente, la tartarughina offre altre due colorazioni per la luce: blu, come vedete nella foto qui accanto e arancione, perfetto per creare un'atmosfera che concilia davvero il sonno.  
Insieme alla tartaruga è arrivato il libretto di istruzioni che all'inizio presenta la serie di costellazioni proiettate sul soffitto, ognuna accompagnata dal nome latino e inglese e dalla rappresentazione della stessa per aiutare genitori e figli nel riconoscimento. Aspetteremo che Teg diventi un po' più grande e poi vedremo se apprezzerà!  
E pensare che io, da piccina, avevo una semplice lucetta rossa funghiforme ad aiutarmi a vincere il buio... passi da gigante per le luci notturne da bambini!

Grazie mille zii e grazie cari cuginetti: il vostro regalo ci è piaciuto tantissimo!!

7 commenti:

  1. stupendo il regalo, stupendo tutto.

    RispondiElimina
  2. La tartarughina è bellissima!! Io sono una patita di stelle e costellazioni e in Italia uscivo ogni tanto sul tetto con il mio astrolabio per vederle!

    RispondiElimina
  3. cacchio la tartarughina la voglio per me!!!

    RispondiElimina
  4. Si può inserire la tartarughina nella lista dei desiderata per il compleanno di una mamma vecchietta?
    Mila

    RispondiElimina
  5. L'hanno regalata a mio figlio qualche anno fa e lui l'adora. Confesso che ogni tanto gliela prenderei volentieri per addormentarmi io sotto quel cielo stellato!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...