venerdì 15 marzo 2013

Let's go party!

Siamo stati invitati al primo party in stile americano questo sabato pomeriggio. 
Colgo l'occasione per raccontarvi come funziona qui il sistema degli inviti alle feste, perché a me sembra che abbia davvero un che di professionale!
Esiste un sito, Evite, che è molto popolare qui e che serve appunto a questo scopo, e non solo! In pratica, quando stai organizzando una festa, utilizzi questo sito per mandare degli inviti elettronici ai tuoi ospiti, che riceveranno una mail dal titolo Evite Invitation, nel cui testo comparirà una cosa del genere:

Pinco and Pallino invited you to

for drinks, snacks & "soup of the day"

Saturday, March 16, 2013
3:00 PM - 7:00 PM

Where:
Pinco & Pallino Rossi
1212 Fantasy Ave
San Francisco

Will you attend?
Yes Maybe No

Tu, invitato, hai a tua disposizione tutte le informazioni: conosci il nome del mittente e quindi sai chi ha organizzato il party, scopri l'ora e il luogo del ritrovo e la durata effettiva della festa (perché qui viene detto subito da che ora a che ora uno deve ritenersi impegnato!). 
A te si chiede solamente di dare conferma della tua presenza. Cliccando sul "Sì", "Forse" o "No" presenti nella mail che hai ricevuto, ti si apre in automatico la pagina creata dagli organizzatori sul sito Evite e a quel punto troverai ulteriori informazioni sull'evento.  
Solitamente c'è un messaggio in apertura che spiega la motivazione della festa. E troverai anche una mappa nella quale è segnato il luogo dell'evento, giusto perchè tu, invitato, abbia già a tua disposizione tutte le informazioni necessarie per arrivare a destinazione!
In più, nel confermare la tua presenza, dovrai specificare se andrai da solo o accompagnato (c'è proprio una voce che dice: numero adulti? bambini?). Uno spazio bianco ti permette di aggiungere un commento o una domanda ("Io arrivo un po' più tardi perchè prima ho la lezione di yoga!"; "Devo portare qualcosa?") che potrà essere visibile a tutti gli invitati oppure, se gli organizzatori hanno impostato diversamente l'invito, sarà visibile solo a loro. In tal modo, l'invitato sarà tenuto a dire chiaramente se intende partecipare o no e, se darà conferma ma poi non si presenterà, la sua assenza sarà ritenuta piuttosto scortese: il classico bidone che, in questo caso, sarà messo agli atti! 
Per gli invitati questo sistema risulta sicuramente molto comodo perchè con grande facilità possono avere tutte le informazioni necessarie (addio alle lunghe telefonate in cui viene spiegato il percorso: "Ma tu da che parte arrivi?", "Sì, la casa è quella gialla di fronte alla biblioteca"). E gli organizzatori? Loro sapranno esattamente - e pure con qualche giorno di anticipo - quanti invitati avranno da sistemare e da sfamare (addio quindi alle cifre ipotetiche di presenze o assenze e al cibo extra preparato in previsione del numero incerto di ospiti!). 
Ecco quindi come si organizzano qui in America i parties.
Lo stesso sito viene utilizzato del resto anche dalle grandi università, come Berkeley che, quando organizza un evento (una conferenza o un incontro che sia) invita i partecipanti a iscriversi utilizzando proprio Evite, probabilmente per sapere indicativamente quante persone ci saranno. 
Io trovo che da questo punto di vista gli americani siano veramente avanti. 
Voi che dite?  
Di certo non dovrete farvi venire in mente quegli inviti cartacei scritti e colorati a mano, che venivano preparati con tanta, tanta cura, altrimenti vi assalirà la nostalgia
Detto? Fatto... 
Alla prossima         

5 commenti:

  1. Ben fatto...davvero. Ricordo troppi episodi che per mancanza di questi particolari erano veramente spiacevoli.
    Ormai stavamo arrivando, magari col cartaceo, a inserire gli stessi dati, anche con mappa dell'abitazione! Anche sapere il numero sicuro di persone
    senza spreco di cibo mi sembra un'ottima soluzione............
    Una volta per riprendere un figlio alla festa non ricordavamo più né indirizzo, né cognome e abbiamo suonato ad ogni casa di una via di campagna per chiedere se la festa era lì....che scene!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho partecipato a un paio di eventi organizzati così e l'ho trovato molto comodo e funzionale...oltre a tutti i vantaggi che hai elencato, c'è anche quello di sapere prima di accettare chi parteciperà..nel caso si vogliano evitare spiacevoli incontri, non c'è bisogno di fare salti mortali e domande fintamente disinteressate! :-)

    RispondiElimina
  3. che figata! sembra proprio come nei film ;)

    RispondiElimina
  4. mi sa che sono negli USA da troppo tempo perche' ormai non riesco nemmeno a immaginare un invito diverso da quello che hai descritto tu.

    valescrive

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...