martedì 15 gennaio 2013

Messicani a spasso, messicani che spasso!

L'altra sera siamo passati a prendere la solita quesadilla al solito messicano. Qui, per risparmiare tempo e denaro, è un'ottima soluzione: una sorta di alternativa all'interminabile serie di kebabbari che si sono moltiplicati nelle città italiane. 
Generalmente il messicano non delude: si mangia molto e si spende pure poco rispetto agli standard americani.
Il nostro messicano preferito per asporto si chiama El Farolito ed è localizzato nel quartiere di Mission, il centro originario di San Francisco e il quartiere più popolato di messicani. 
Quale luogo migliore per gustarsi quindi una vera quesadilla?
Ecco che cosa ci è successo mentre aspettavamo la cena.
Arriva davanti al locale lo sceriffo-fo di San Francisco. 
Sì, proprio lo sceriffo-fo. 
Aveva lasciato a casa il cavallo da far west, optando per una normalissima auto bianca e verde,
sulle cui fiancate era ben ribadito il concetto: Sheriff - San Francisco
La stella a sette punte, dal gilet in cuoio, è passata alla porta dell'auto. 
Lo sceriffo-fo parcheggia l'auto.
Nel frattempo vedo fiondarsi fuori dal locale una messicana un po' cicciotta che indossa il classico bomber dei Giants - la celebre squadra di baseball locale - nero con le maniche arancioni. 
Corre disperatamente verso la sua auto parcheggiata sulle strisce pedonali. Evidentemente teme che lo sceriffo-fo sia male intenzionato e si sia fermato proprio per lasciarle una bella multa. 
La messicana corre, corre, corre affannata. Le sballonzola tutto, proprio tutto, dalla punta dei capelli alle punte dei piedi infilate nelle scarpe da ginnastica
Rimango a guardarla tra l'attonito e il curioso.
Lo sceriffo-fo, completamente indifferente, finisce la manovra, esce dall'auto, guarda la messicana che tiene le chiavi infilate nella toppa, non sapendo se spostare l'auto o aspettarsi il cazziatone, fa finta di niente e si dirige beato verso il locale. 
La messicana, che a quel punto capisce di aver scampato la multa, infila le chiavi in tasca, sorride e trotterella verso di me, ride di una risata più o meno isterica e saltella - che tutta la ciccia di nuovo sballonzola selvaggia - mi guarda e dice: "Eh, eh, eh... he was only hungry!" (= era solo affamato). 
E ridendosela ancora, trotterella fino all'interno del locale dove ripete a tutti la sua considerazione, sgomitando a destra a manca alla ricerca di consensi e ridendo dello sceriffo-fo che voleva solo conquistarsi la sua quesadilla.
Messicani a spasso, messicani che spasso!
Alla prossima,
Sabina

5 commenti:

  1. non aveva i baffi-fi? ma il cavallo-lo trasformato in auto con la stella-la! Certo che la corsa andata e ritorno della messicana era da filmare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che aveva davvero pure i baffi-fi! =)

      Elimina
  2. :D e anche per il commento di Rosanna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho una famiglia molto simpatica, sai com'è! ;)

      Elimina
  3. OT. ieri ho pensato a te, perche' parlando una ragazza italiana che sta buffalo, mi ha confermato che lei il bimby se l'e' portato qui e lo usa grazie all'ausilio di un trasformatore per la corrente elettrica. magari te lo porti anche tu al prossimo viaggio ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...