mercoledì 12 dicembre 2012

Ma come ho fatto a vivere senza? #13

Da quando ho incontrato Italo, la mia vita è davvero cambiata e ora nella cucina della Maison Jaune vorrei ospitare quanti più personaggi particolari possibili perchè mi fanno davvero simpatia mentre cucino e mi possono sempre tornare utili per qualche siparietto durante le videochiamate con i nipotini.  
Pensate che qualche settimana fa siamo anche andati a trovare i cugini di Italo rimasti al negozio: è stata una vera festa per tutti. 
Eccoli qui tutti insieme immortalati dalla mia fotocamera!
Se ben ricordate, dopo Italo, era arrivato anche Poldo a casa... con la scusa di trovare un degno compagno per Italo in cucina.
E dopo Italo e Poldo, ci ha raggiunti anche Mr. Lecca-pentola
Di lui non vi avevo ancora parlato perchè ero riuscita a infilarlo nel carrello della spesa con la scusa che lo avrei regalato... 
Sapete com'è, al marito, tutti questi porcellini rosa in casa non piacciono proprio tanto.
Però io dico: "Ma non si vede quanto è bello pure Mr. Lecca-pentola?". E come si fa a resistergli?
Così abbiamo continuato la serie a tema porcellinesco nella Maison Jaune.

Ora diciamo che ci starebbe bene pure questo bel pentolino che ho avvistato qualche tempo fa in un negozio qui in centro a San Francisco. 
Lo vedete qui a lato.
Ho resistito alla tentazione di acquistarlo seduta stante perchè il marito sbuffa ogni qualvolta compare un nuovo animaletto in cucina, ma penso sinceramente che se lo incontrassi una seconda volta, non saprei trattenermi dal portarmelo a casa
Penso possa persino avere un doppio uso: per preparare le uova all'occhio di bue (o all'occhio di maiale nel caso specifico) e i pancakes
A me fa tanto ridere l'espressione un po' affaticata di questo maialino che ti fissa dritto negli occhi e pare dire "Uh, quanto sono stanco stamattina". Mi sembra perfetto per la colazione all'americana e mi fa davvero una grande tenerezza.
Riuscirà quindi la nostra eroina a far arrivare questo nuovo amico nella Maison Jaune all'insaputa del marito?  
Chi vivrà, vedrà!
Al prossimo,
Sabina 
 

1 commento:

  1. Un saluto ad Italo dal suo gemello Amerigo-USAlo bravissimo e puntuale in cucina, da noi. Si è ambientato, solo qualche momento di nostalgia. Lo mettiamo vicino a Luciano e Cioccoccio e passa.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...