lunedì 20 agosto 2012

Omaggio a Scott Mckenzie

Con questo video voglio salutare il cantante Scott Mckenzie mancato due giorni fa a Los Angeles. 
La sua canzone più famosa intitolata San Francisco (Be sure to wear flowers in your hair) non fa parte di quella lista citata nel libro Caffè Trieste di Olga Campofreda che stiamo scorrendo già da qualche settimana. 
Pur essendo un brano che  parla di San Francisco, della sua gente, del mood californiano negli anni sessanta manca stranamente dal volume della Campofreda. 
Uscita nel 1967, divenne immediatamente un successo a livello mondiale, tanto che furono vendute oltre 7 milioni di copie del singolo. E probabilmente, anche voi la conoscete già. 
Se però non l'avete mai sentita - un po' invidio per questo primo ascolto - e vi dico subito che vi resterà incisa nel cuore. 



Le parole sono queste:

If you're going to San Francisco
Be sure to wear some flowers in your hair
If you're going to San Francisco
You're gonna meet some gentle people there

For those who come to San Francisco
Summertime will be a love-in there
In the streets of San Francisco
Gentle people with flowers in their hair

All across the nation such a strange vibration
People in motion
There's a whole generation with a new explanation
People in motion people in motion

For those who come to San Francisco
Be sure to wear some flowers in your hair
If you come to San Francisco
Summertime will be a love-in there

If you come to San Francisco
Summertime will be a love-in there.

La prima volta che l'ho sentita, stavo per venire qui a San Francisco in vacanza. Era il 2010. Ricordo di aver guardato questo video per farmi un'idea di quello che mi aspettava qui in California. Cercavo di capire che cosa avremmo visto, dove saremmo potuti andare, che cosa valeva la pena di visitare in città. 
Di certo non potevo immaginare che due anni dopo ci saremmo trasferiti qui e la nostra meta delle vacanze sarebbe diventata la nostra città. 
Ancora oggi, quando riguardo questo video e riascolto le parole di questa canzone, mi rivedo di fronte al computer di casetta e rivivo le stesse emozioni provate, guardando scorrere per la prima volta questa serie di immagini. Ciò che è cambiato è che ora conosco bene i luoghi di cui parla  Mckenzie e che vengono mostrati in questo video e, ad essi, lego inevitabilmente nuovi ricordi che mi parlano della nostra nuova vita qui.

Grazie Scott per avermi presentato San Francisco: di gente gentile effettivamente ne ho incontrata lungo le strade e qualcuno aveva davvero dei fiori intrecciati tra i capelli... 
Alla prossima,
Sabina  
.

5 commenti:

  1. beh certo forse è la colonna sonora di chi si sta per spostare a San Francisco...
    ANche per noi è stata un po' la melodia dell'ultimo anno.
    E' una canzone fantastica.

    Grazie del benvenuto e spero di incontrarti presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto questa canzone e penso facilmente possa diventare la colonna sonora di un viaggio a San Francisco. E sinceramente ancora mi stupisco di come certe canzoni lascino in segno indelebile nella storia...

      Elimina
  2. La prima volta che l'ho sentita la passava la radio, nel 2003, mentre in macchina attraversavo il Bay Bridge per la prima volta. Ancora mi vengono i brividi. Amo questa città. Ci sono stata da turista tre volte e ci ho vissuto qualche mese (zona Presidio). Non son riuscita a sposarmi nessun americano (ahaha!) quindi niente vita lì. Città meravigliosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di avere risvegliato questo ricordo e penso sia impossibile per te slegare questa canzone al tuo passaggio sul Bay Bridge. Certi ricordi rimangono indelebili, specialmente se la musica ne sottolinea il valore nel momento stesso in cui stiamo vivendo un'esperienza memorabile. Effettivamente è una bellissima città! Un po' diversa vista dagli occhi del turista, ce ne siamo resi conto vivendoci, dopo esserci stati in vacanza. Cambia davvero molto il punto di vista! Ma continuiamo ad esplorarla e a scoprirne nuovi lati mozzafiato che ci fanno capire quanto sia poliedrica.

      Elimina
  3. ...bello il racconto dell'incontro tra te questa canzone e san francisco!
    :)
    emme

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...