martedì 7 agosto 2012

Coming back: frammenti di una città

Eccoci qui con la seconda delle canzoni legate a San Francisco che Olga Campofreda include nel suo libro Caffè Trieste. Ricordate la lista di cui ho cominciato a parlarvi ieri, no? 
Questa volta si tratta della canzone Ever Thought of Coming Back di Kelley Stoltz. Nel video, solo qualche frammentaria visione della città di cui godere ma tutto sommato la canzone, si fa ascoltare.


Pensavo al ritorno. E mi chiedevo che cos'è un ritorno, se esiste veramente il concetto di "ritorno". 
Mi viene da pensare che un ritorno potrebbe essere in realtà considerato un nuovo arrivo, più che un ritorno vero e proprio. Quando si torna, in realtà, si è sempre un po' diversi da ciò che si era quando si è partiti e per questo motivo mi sembra che si dovrebbe parlare di un nuovo arrivo, più che di un ritorno. 
La vita ci cambia giorno dopo giorno, momento dopo momento, e non credo ci sia nulla in grado di esimersi da questa naturale evoluzione dell'essere. Per questo mi piace pensare che esistano tanti arrivi - e pochi ritorni. 
Mi sembra sia piuttosto difficile riuscire a tornare nello stesso punto, insomma. La vita è un non-ritorno. E forse per questo ad ogni nuovo arrivo (o ritorno, che dir si voglia) segue un periodo di assestamento più o meno lungo che ci fa rientrare lentamente nella nostra quotidianità, con spirito sempre nuovo. 
Ma chissà, magari è solo che oggi mi viene da pensarla così. Tutta colpa di Kelley Stoltz, accidenti!
Alla prossima canzone che genera riflessione,
Sabina

5 commenti:

  1. Si è difficile parlare di ritorno come momento fisso, immobile, anche di ritorno da pochi giorni di viaggio hai sicuramente un bagaglio di pensieri o di momenti trascorsi diverso. Forse si può parlare di andata e ritorno se fai Padova-Roma in giornata con qualche freccia....per qualche pratica burocratica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tornare a casa fa sempre piacere, ritrovare i propri spazi, i propri angoli di vita quotidiana ma penso che a volte non pensiamo che il ritorno è in realtà un nuovo arrivo.
      Penso per esempio alla zia Stella e sono con lei nel suo nuovo arrivo a casa tra i suoi fiori e i profumi del suo orto...

      Elimina
  2. La vita è in continuo divenire e anche noi abbiamo il dovere di seguire questo viaggio...fermarlo sarebbe come pretendere che la terra smettesse di girare.
    E' molto interessante cio' che scrivi e sono molto curiosa di leggerti e capire come sia veramente una persona che ha saputo cambiare cosi' drasticamente la propria vita.Anch'io sto ricominciando,in un certo senso..
    Mi sono permessa di fare un link sul mio blog.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento, Anna Laura. In fondo credo che il bello sia proprio questo: poter ricominciare ogni volta, facendo della propria vita quel che si vuole! Ci vuole coraggio per le scelte importanti - ho scritto anche un post su questo discorso - ma poi la strada in salita è sempre quella che offre il panorama migliore! In bocca al lupo per tutto e spero continuerai a seguire le mie peregrinazioni di pensiero

      Elimina
  3. Certamente..saro' qui assiduamente..

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...